Finalmente.it

FINALMENTE.IT . Vacanze e cultura.   Viva gli Sposi.

  linoblu.gif (97 byte) Indietro
  linoblu.gif (97 byte) Home Page


I consigli per gli sposi.

Finalmente Poesia
Concorsi di poesia
Premi letterari
Eventi culturali
Finalmente Vacanze
ANNUNCI

Consigli per le nozze - Finalmente.it

I documenti necessari:

Per il rito civile occorre:
Atto di nascita;
Certificato cumulativo di stato libero, cittadinanza, residenza;
Per i vedovi atto di morte del coniuge;
Per i divorziati, occorre l’atto del matrimonio precedente;
Se gli sposi sono minorenni occorre anche l’autorizzazione del Tribunale dei Minori.

Consigli per le nozze - Finalmente.it

Per il rito religioso occorre:
Certificato di battesimo;
Certificato di cresima;
Certificato di stato libero ecclesiastico (serve per dimostrare che chi lo richiede non sia già sposato);
Frequenza dei corsi di preparazione al matrimonio;
Colloquio con il parroco;
Pubblicazioni religiose che vengono affisse nelle parrocchie di provenienza degli sposi; insieme alle pubblicazioni in Municipio, consentono di fissare la data del matrimonio religioso;
Il matrimonio religioso ha effetti civili. Infatti il sacerdoti, al termine della cerimonia, legge alcuni articoli del codice, come per il matrimonio in Municipio.Della trascrizione dell’atto è responsabile la parrocchia in cui si svolge il rito e va fatta entro cinque giorni dalla data del matrimonio.

Il Matrimonio europeo.
Per i cittadini europei che desiderino sposarsi in Italia, è indispensabile una dichiarazione del consolato o ambasciata del paese di provenienza, che attesta che nulla osta al matrimonio.

La legge dà diritto a una licenza matrimoniale di 15 giorni, anche in caso di secondo matrimonio.Al momento non hanno valore legale, ma è possibile celebrare le nozze anche via internet.

I consigli di Don Marco
Per quanto riguarda i documenti occorre certamente rifarsi al proprio Parroco molto tempo prima, soprattutto per avere la possibiltà di seguire il Corso pre-matrimoniale (che per il momento è costituito da circa 9 incontri, con frequenza quasi settimanale e si tiene due volte in un anno).
Inizia poi la prassi per rendere pubblica la decisione degli sposi (pubblicazioni religiose e civili) dopo che il prete si è accertato della effettiva volontà degli sposi a fare questo passo (cosa sempre più difficile).
Dopo di ciò i documenti vengono esaminati dal preposto Ufficio di Curia.
Ciò che sottolineo è la tendenza che sta prendendo piede anche da noi a "scegliersi" la Chiesa, i canti, il prete... come si sceglie il ristorante!!! Il matrimonio è una celebrazione ecclesiale, non va ridotto ad una questione di "gusti".
Un'ultima parola sulle "offerte" per la Chiesa: esse sono sempre libere, non esistono tariffe!!!

 


Invia la tua poesia.

 

Informazioni utili e consigli per le nozze.

 

 


                                                                                    Copyright @ 2000-2008 Tutti i diritti riservati- Finalmente.it -   Contatti